NEWS/L’IMPORTANZA DELL’ESERCIZIO FISICO NELLA SINDROME DELL’INTESTINO IRRITABILE (IBS)

L’importanza dell’esercizio fisico nella sindrome dell’intestino irritabile (IBS)

Fare attività fisica regolare e con la giusta intensità aiuta il nostro organismo a mantenersi in buona salute. Diversi studi clinici hanno evidenziato come l’esercizio fisico sia molto importante nei soggetti affetti dalla Sindrome dell’Intestino Irritabile (IBS) in quanto permette di ridurre alcuni dei sintomi tipici della malattia. L’attività fisica di grado moderato permette di ridurre la produzione dei gas intestinali e il gonfiore addominale.

Oltre ai sintomi più classici dell’IBS è stato notato anche un miglioramento di sintomi “psicologici” come ansia e depressione. Va però sottolineato che l’attività fisica non deve essere svolta ad una intensità troppo elevata, in quanto potrebbe peggiorare i sintomi dell’IBS.

L’importanza dell’esercizio fisico nella sindrome dell’intestino irritabile (IBS)

Per questo l’attività fisica che ogni paziente dovrebbe svolgere deve essere attentamente valutata, tenendo in considerazione l’esercizio fisico svolto normalmente, le condizioni cliniche e le sue necessità. Le attività che vengono più spesso consigliate sono la camminata, andare in bici, il nuoto e lo yoga. Tutte queste attività dovrebbero essere svolte almeno 5 giorni alla settimana per 30 minuti. Praticare yoga aiuta a ridurre i sintomi gastrointestinali, con potenziali benefici per i pazienti con IBS-D.

In linea generale possiamo affermare, quindi, che praticare attività fisica di livello moderato può migliorare la qualità di vita dei pazienti nel lungo periodo, riducendo, oltre ai sintomi tipici dell’IBS come gonfiore addominale e costipazione, anche affaticamento, ansia e sintomi depressivi.

IBS TEST

Verifica se hai la possibilità di avere i sintomi della sindrome dell’intestino irritabile rispondendo a 4 semplici domande