CONSIGLI PER I PAZIENTI/FUNZIONE DEL CALORE LOCALIZZATO

Funzione del calore localizzato

Di per sé, il freddo ha un impatto sulla sindrome dell'intestino irritabile, e può provocare anche sintomi di IBS.
Questo in realtà vale per qualsiasi tipo di stress psichico o disagio fisico. Può capitare, per esempio, che la sensazione di freddo ai piedi si trasmetta verso l'alto alle gambe e arrivi sino alla vita, provocando degli spasmi intestinali.

Nei soggetti che soffrono della sindrome dell’intestino irritabile (IBS), soprattutto ad intermittenza, l’applicazione di calore (tramite borsa dell’acqua calda, coperte riscaldabili, bagni o docce calde) può rappresentare un rimedio semplice ed economico per ridurre i dolori addominali. Il calore, infatti, aiuta a rilassare i muscoli. Anche bere una bevanda calda, senza teina o caffeina, preferibilmente una camomilla, potrebbe aiutare a calmare i dolori.

In ogni caso, una generale protezione dal freddo è sempre utile. Va benissimo anche fare una doccia o un bagno caldi, e indossare calze sufficientemente pesanti, in modo da non avere mai freddo ai piedi e alle gambe.

Funzione del calore localizzato

IBS TEST

Verifica se hai la possibilità di avere i sintomi della sindrome dell’intestino irritabile rispondendo a 4 semplici domande