INTESTINO TENUE

Tratto dell’apparato digerente che si estende dallo stomaco al colon. Misura approssimativamente 6-7 metri di lunghezza e in esso avvengono i principali processi di digestione e di assorbimento dei nutrienti. L’intestino tenue comprende 3 parti: duodeno, digiuno e ileo. Grazie all’ampiezza della sua superficie, la sua funzione principale è quella di assorbire la maggior parte dei nutrienti, i sali e l’acqua necessari per il nostro corpo. Nell’intestino tenue avviene inoltre il completamento della digestione ad opera della bile e degli enzimi pancreatici.

INTESTINO CRASSO O COLON

Si estende dall’intestino tenue all’ano e misura approssimativamente 1,5 m di lunghezza. E’ principalmente responsabile della concentrazione delle feci, assorbendo grandi quantità d’acqua.
Il tratto digerente non è sterile, poiché entra in contatto con più sostanze provenienti dall’esterno, tra cui batteri e sostanze che possono risultare nocive e per questo dispone di un buon meccanismo di difesa:

  • la vista, l’olfatto e il gusto sono soliti allertarci se un alimento è contaminato;
  • quando qualcosa ci fa male, esiste il riflesso del vomito che ci aiuta a espellerlo;
  • l’acido secreto nello stomaco distrugge la maggior parte dei batteri ingeriti con gli alimenti;
  • nel nostro intestino sono presenti  batteri che svolgono funzioni difensive (microbiota intestinale) in quanto proteggono da altri batteri potenzialmente dannosi.